Arcella Bella Festival 2022 – Parco Milcovich

Torna Arcella Bella, che anche quest’anno ci terrà compagnia tutta l’estate 2022 al Parco Milcovich, con la quarta edizione del festival, naturalmente organizzato nel rispetto delle normative sanitarie dovute all’emergenza COVID-19.

Come l’anno scorso ci sono gli stand dove si possono ordinare e magiare panini, pizze, bere birra, drink ed altre bevande dalle ore 18:00, con lla partecipazione anche della Casetta Zebrina.

--

Arcella Bella programma 2022(in aggiornamento)

 

--

Venerdì 6 maggio dalle 18:00, inizio live ore 21:00

Bloko Intestinhao Live + Soul Train DJ Set

Main Stage

Il Bloko Intestinhao è un gruppo italiano di samba brasiliana attivo dal 2009 in tutta Italia. Il debutto nel 2009 è stato come il nome, uno scherzo per il matrimonio di alcuni amici.

Oggi il Bloko Intestinhao ha all’attivo più di 200 concerti comprese esibizioni in televisione (Italia’s Got Talent) e negli stadi della Serie A.

Ma il gruppo senza ombra di dubbio esprime il meglio di sé nelle parate tra i centri storici e le calli di Venezia intrise di carnevale dove il ritmo trasforma le persone e le coinvolge in danze degne della migliore spiaggia del Brasile.

Il gruppo non nasconde la sua origine veneta che trasuda nella goliardia del nome come anche nell’unione dei ritmi brasiliani alle più note canzoni della tradizione veneta. Se cerchi stile, forza e potenza di suono allora non potrai fare a meno del Bloko Intestinhao.

Soul Train, ovvero Tribalista e Matteo Highmuzik, è un duo di DJ padovani, appassionati e collezionisti di vinili che promuovono serate all’insegna della black music afroamericana.

Musica-brasiliana-Padova-Bloko Intestinhao

--

Sabato 7 maggio dalle 18:00, inizio live ore 21:00

Soviet Soviet + TA GA DA Live

Main Stage

Soviet Soviet è un progetto che nasce a Pesaro, sulla costa adriatica, nel 2008.

Il trio ha iniziato a guadagnare notorietà nel 2009 con una manciata di singoli autoprodotti e tour.

La reputazione della band aumenta sempre più grazie alle loro potenti esibizioni dal vivo e all’EP Summer, Jesus datato 2011.

L’immediatezza dei live viene registrato in studio con un lavoro minuzioso che avrebbe portato alla nascita del loro album di debutto: “Fate”.

A settembre 2019 esce “Ghost” che raccoglie le b-sides dell’ultimo lp in versione cassetta per poi uscire in versione vinile nell’agosto successivo coi remix di Cloud Nothings, Algiers e The KVB.

La band compie numerosi tour in Italia e all’estero (Europa, USA, Messico, Sud America, Russia, ecc.)

TA GA DA: Individuare un punto nell’orizzonte e fissarlo intensamente senza mai distogliere lo sguardo. Più si è al centro meno si percepisce il moto della giostra e, conseguentemente più è facile rimanere in piedi.

Arcella-Bella-Padova-Soviet-Soviet-TA-GA-DA-maggio-2022

--

Domenica 8 maggio dalle 16:30

Circo Fungo

Area Casetta Zebrina

Spunta in ogni festa, parco, città, accompagnato da un enorme arcobaleno!

Sta arrivando il CIRCO FUNGO, lo spettacolo-laboratorio di giocoleria itinerante per tutti quelli che amano giocare, grandi compresi. 1 pista da circo, 6 valigie, 8 tipi di attrezzi, più di 150 strumenti, numeri incredibili, sfide di abilità, giochi di destrezza… all’ombra di un fungo gigante!

Tutti i grandi classici della giocoleria presentati in un unico spettacolo da Geo il Giocoliere e pronti per essere provati.

Divertimento assicurato!

Circo-fungo-Padova-maggio-2022-Arcella-Bella-Parco-Milcovich

Domenica 8 maggio dalle 18.00, inizio live ore 21

Toni Bruna Live

Second Stage

Toni Bruna è figlio di esuli istriani insediatisi nella periferia rurale slovena di Trieste.
Per questo e nessun altro motivo scrive e canta nel dialetto che in quel luogo si parla.

Il dialetto, la lingua del popolo, sempre in mutamento.

Toni Bruna è forse il primo ad aver usato questo dialetto in musica senza finalità goliardica, non per far ridere o per semplice folclore ma per coinvolgere, commuovere, far riflettere.

Una scommessa, un azzardo che si rivela vincente. Perché il triestino si è rivelato (all’ascoltatore non giuliano) esotico ed estremamente musicale.

L’audacia di Toni Bruna si estende anche ai suoi live: facendo riferimento a una dichiarazione dei CCCP in cui sostenevano che l’ascoltatore deve fare uno sforzo quando va ad un concerto, Toni decide di proporre dei live in posti inusuali.

Ecco allora i concerti in tram, nella galleria di un treno, nelle trombe delle scale, dietro al banco di un bar, in orari atipici, alla ricerca di un contatto diverso con la gente, più intimo e umano, al di là dell’intrattenimento.

L’esperimento funziona e Toni Bruna, da solo o con la sua band, porta le sue formiche in giro non solo per Trieste ed in Italia ma anche all’estero: ad esempio al celebre Bar Pastís di Barcellona e negli Usa.

Toni-Bruna-live-Padova-maggio-2022-Arcella-Bella-Parco-Milcovich

--

Casetta Zebrina – Brunch ogni sabato e domenica fino al 26 giugno dalle ore 11:00 alle 13:00

Prenotazione consigliatissima 3271629910

Hipsterone

Waffle con composta di frutti rossi e panna montata

Ovetto alla coque

Pane tostato con burro

Brioche salata con zucca, provola e funghi

Frutta fresca

Succo di frutta

Radical fish

Waffle con crema di pistacchio e granella

Ovetto alla coque

Pane tostato con burro

Brioche salata con salmone, robiola e zucchine

Frutta fresca

Succo di frutta

Porseo

Waffle con nutella e banana

Ovetto alla coque

Pane tostato con burro

Brioche salata con bacon, cheddar, pomodoro e lattuga

Frutta fresca

Succo di frutta

Il brunch ha il costo di 15 euro con caffè o cappuccino incluso.

I prodotti potrebbero variare a seconda della stagionalità e della disponibilità.

Casetta Zebrina-Brunch-ogni-sabato-e-domenica-Padova-maggio-giugno-2022

Venerdì 13 maggio dalle 18:00, inizio live ore 21:00

Dance to the Underground presenta GIALLORENZO Live + Albi SoundPark DJ Set

Main Stage

GIALLORENZO è una band fondata nel 2019 da Pietro Raimondi (montag) con Fabio Copeta, Giovanni Pedersini (Malkovic) e Marco Zambetti. Sono quattro amici, due bergamaschi e due bresciani, che hanno tendenzialmente vissuto insieme i propri anni milanesi.

Il loro primo disco, MILANO POSTO DI MERDA, racconta proprio il rapporto con il capoluogo lombardo attraverso le storie di alcuni pazzi che la percorrono: è stato definito da Noisey il miglior disco indie italiano del 2019.

FIDATY, secondo album uscito nel 2020, assomiglia più che altro a un EP che estende il concetto del primo, raccontando le storie di altri matti milanesi.

Tonno – Minicanzoni (feat GIALLORENZO) live@ArciBellezza 19/02/2022

DANCE TO THE UNDERGROUND è un nuovo happening di Arcella Bella che unisce il live show delle band con il dancefloor dei dj set a tinte indie ma pieni di tante altre sfumature.
È una festa nella festa, un modo per dilatare il tempo e godere più a lungo di quello che ci piace davvero.

È la prima di tante serate per celebrare in versione long form la cultura musicale “alternative”.
Iniziamo così, con i Giallorenzo on stage e prima e dopo di loro Albi SoundPark in consolle.

Dance to the Underground presenta GIALLORENZO + Albi SoundPark DJ set

Venerdì 13 maggio dalle ore 18:30

SO CONTEMPORARY presenta VESPER. RIVISTA DI ARCHITETTURA, ARTI E TEORIA

Casetta Zebrina

In collaborazione con Libreria Zabarella

SO CONTEMPORARY è un progetto di ricerca, sperimentazione e dialogo sulle arti e la cultura contemporanee a cura di Caterina Benvegnù. Arrivato alla seconda edizione, si muove tra talk, performance, progetti editoriali.

Il primo appuntamento è in collaborazione con la Libreria Zabarella e vede la presentazione di “Vesper“, una rivista semestrale, multidisciplinare e bilingue edita da Quodlibet che si occupa delle relazioni tra forme e processi del progetto e del pensiero e pensata nella sua successione di numeri tematici come discorso sulla contemporaneità.

Vesper” nasce dall’Università IUAV di Venezia e ospita un paesaggio articolato di modalità narrative, accoglie forme di scrittura e stili differenti, contaminando espressioni grafiche, linguaggi, immagini.

Ad Arcella Bella parleremo con Alberto Petracchin ed Elisa Monaci, tra i fondatori della rivista, del numero 5, il cui tema è Moby Dick: avventure e scoperte: il racconto di Melville è evocato per indicare, ricordare e mettere al centro la “ricerca di frontiera”, modalità d’indagine letteralmente posizionata alle estremità delle conoscenze, al confine di ciò che si sa.

Alberto Petracchin è dottorando di ricerca in Progettazione architettonica, urbana e degli interni al Politecnico di Milano, dove attualmente sta indagando l’architettura arca come strategia di rifondazione. È membro della redazione della rivista scientifica “Vesper. Rivista di architettura, arti e teoria | Journal of Architecture, Arts & Theory”, Dipartimento di Culture del progetto, Università Iuav di Venezia, diretta dalla Prof.ssa Sara Marini; partecipa alle attività di ricerca dell’unità di ricerca Iuav, nell’ambito del progetto di ricerca nazionale PRIN “Sylva”. Ha curato, con la Prof.ssa Sara Marini, la mostra “Giancarlo De Carlo. Appunti bibliografici” tenutasi al Palazzo Ducale di Urbino nel 2020-2021.

Elisa Monaci, architetto, dottoranda del XXXIV ciclo del Dottorato Paesaggio e Ambiente presso Sapienza Università di Roma. Si laurea in architettura presso l’Università degli Studi di Firenze nel 2016. Nel 2017 collabora con lo stesso dipartimento in qualità di borsista di ricerca. Dal 2017 al 2018 è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Culture del progetto dell’Università Iuav di Venezia con un assegno dal titolo “L’arcipelago delle chiese chiuse di Venezia”, responsabile scientifico Prof.ssa Sara Marini. Dal 2018 è membro della redazione della rivista scientifica “Vesper. Rivista di architettura, arti e teoria | Journal of Architecture, Art & Theory”, Dcp, Iuav, direttore Prof.ssa Sara Marini. Dal 2020 partecipa alle attività di ricerca dell’Unità Iuav del progetto PRIN “Sylva-Ripensare la ‘selva’. Verso una nuova alleanza tra biologico e artefatto, natura e società, selvatichezza e umanità”.

SO CONTEMPORARY presenta VESPER. RIVISTA DI ARCHITETTURA, ARTI E TEORIA

Sabato 14 maggio dalle ore 18:00

Dumbo Gets Mad Live + Alex Fernet & DJ Outback Live

Main Stage

Dumbo Gets Mad

Al motto di “Non importa come suona, basta che sia psichedelico!” DGM combina synth eterei digitali e analogicI a uno psych pop rétro, ipnotico e impregnato di ‘60s, con incursioni rock, funky ed etniche, creando una musica fluida, aperta ad inglobare ogni influenza, spunto e ispirazione che si presenti durante le sessioni di registrazione.

Progetto del polistrumentista Luca Bergomi, DGM è esploso nell’era dei blog e delle webzine per eccellenza, gli ormai leggendari anni Dieci, esordendo con i singoli Plumy Tale ed Eclectic Prawn, poi confluiti nel primo album Elephants at the Door (2011).

Da quel momento il loro consenso si è consolidato sempre di più, prima con Quantum Leap (2013), poi con Than You Neil (2015). Dopo un tour americano interrotto all’inizio del 2020, il quarto LP “Things Are Random And Time Is Speeding Up” è stato finalmente portato a termine, e ufficialmente pubblicato il 3 Febbraio 2021.

Alex Fernet & DJ Outback

Alex Fernet è un musicista di 25 anni di Bassano del Grappa. Prende parte come cantante e chitarrista nelle band Malus, Glincolti e Grappa, con i quali pubblica diversi album e si esibisce in apertura a Interpol, Notwist, Calibro35, Cosmo e Post Animal.

Si è da poco esibito con Ed Sheeran. “1 2 3 Stella” è il suo brano d’esordio pubblicato digitalmente da Costello’s (Milano) e su vinile da People’s Potential Unlimited (Washington DC).

DJ Outback è Marco, ’87. Fa parte del duo AUZA assieme a Luka Bazooka, DJ set trasversale che coinvolge qualsiasi genere musicale (house, techno, funk, disco, dub, ecc.). È resident DJ del collettivo TRASH-DANCE.

Dumbo Gets Mad + Alex Fernet & DJ Outback

Domenica 15 maggio dalle ore 18:00, live ore 20:00

Minimal Klezmer LIVE

Second Stage

Il quartetto si forma nel 2011 a Londra, come gruppo di musicisti di strada accomunati dalla formazione classica, l’attitudine all’improvvisazione, una vaga familiarità con l’estetica della performance dadaista e una fatale passione per la musica klezmer.

Nasce così l’idea di elogiare lo spirito delle orchestrine di klezmorim che percorrevano i vasti spazi dell’Europa orientale fino all’inizio del ventesimo secolo.

Musicisti di bassa estrazione sociale e spesso guardati di sbieco per la condizione errabonda e lo spirito dissacratore e libertario, essi suonavano prevalentemente per le celebrazioni negli shtetl, ma non di rado anche in ambienti cattolici e ortodossi. Il loro repertorio finì dunque per fondere la tradizione del canto sacro sinagogale con il folklore musicale russo, ucraino, polacco romeno, ecc.

Ne uscì una serie di forme musicali nuove ed eterogenee, a tratti profondamente meditative, a tratti gioiose, ma anche tragiche o al limite dell’irriverenza.

Il repertorio dei Minimal Klezmer è il risultato della rielaborazione di canzoni e danze yiddish (freylech, sher, khusidl), romene (doina, hora), ucraine (kolomeika), anatoliche (karsilamas), greche (rebetiko). In generale, i brani sono ripensati all’interno delle pratiche compositive ed esecutive della musica colta del Novecento, dell’improvvisazione libera e del jazz.

Il gruppo ha all’attivo due produzioni discografiche (Minimal Klezmer, 2012; Oy Oioi, 2014) e numerosi concerti in Italia, Francia, Germania, Ungheria, Regno Unito in teatri, jazz club, festival, celebrazioni varie.

MINIMAL KLEZMER feat SOCALLED

Come sempre, ingresso ad offerta libera!

Arcella Bella è un punto d’incontro. Un giardino estivo aperto tutti i giorni per tutta l’estate al Parco Milcovich, nel più grande quartiere di Padova.

Le regole ad Arcella Bella:
– Il rispetto del parco è tanto importante quanto quello del vicinato, invitiamo a non fare rumore in prossimità degli ingressi.
– È vietato introdurre vetro e alimenti;
– L’arrivo al parco in bicicletta è consigliato, l’ingresso in bicicletta non è purtroppo consentito.

TORNA ALLA PAGINA EVENTI PADOVA-ARCELLA

BACHECA ARCELLA

ARCELLA

Condividi l'articolo